• it

Nadal si avvicina alla decima!

MONTE-CARLO ROLEX MASTERS 2018
22.04.2017

Rafael Nadal si è qualificato per la sua 11a finale al Monte-Carlo Rolex Masters superando in due set David Goffin (6/3, 6/1). Affronterà un altro spagnolo mancino, Albert Ramos-Vinolas.

Follia. Follia come un incidente d’arbitraggio ha dato una nuova fisionomia, sabato al Monte-Carlo Rolex Masters, in una semi-finale al vertice tra due avversari che sono tra gli uomini più in forma dall’inizio stagione. Sarebbe fare un affronto a Rafael Nadal se immaginassimo che non avrebbe vinto senza il beneficio dell’aiuto, seppur involontario, di un elemento esterno. No. Comunque una cavolata dell’arbitro dell’incontro, Cédric Mourier, sembra aver fatto uscire dai gangheri …e dal match David Goffin, questo è incontestabile…

Avendo iniziato il match a tamburo battente –il break riuscito nel terzo gioco (2-1), il nativo di Liegi era in effetti, evidentemente, il giocatore più offensivo all’inizo del match. Quando il suo rovescio lungo sulla linea, battuto in estensione, ha fatto male a Rafael Nadal, quest’ultimo non riusciva ancora a regolarsi e si spendeva troppo. Poi il sesto gioco è arrivato. Estremamente duro, perché « Rafa » aveva cominciato a ritrovare un po’ delle sue palle lunghe, superbe. Alla sua decima occasione in quel gioco, David Goffin e con lui tutto il pubblico, e anche il suo avversario, ha creduto che riuscisse a prendere le distanze 4-2. Prima che l’arbitro non decidesse di scendere a verificare il segno… O piuttosto un altro segno. Errore. Contestazione del belga. Invano. Punto da rigiocare. E il gioco, finalmente vinto pochi minuti dopo dal Manacori.

 

Dietro, « Rafa » era lanciato. E David Goffin sorpassato. Al punto di non riuscire a segnare neppure un gioco fino alla fine dell’incontro, d’entrata al secondo set. Peccato che la vittoria abbia lasciato un po’ di amaro in bocca, senza nulla togliere al merito di Rafael Nadal. Mais tutti avrebbero voluto vedere un David Goffin combattivo fino alla fine, cole era stato nella prima mezz’ora. Rimane il fatto che « Rafa » è tornato a essere « Rafa » fino dalla metà della prima manche e questo è bello da vedere. Al servizio, il nove volte campione del Monte-Carlo Rolex Masters ha fatto la performance migliore dall’inizio  del torneo : 67% di prime palle e 86% di punti vinti sulle prime.

A Rafael Nadal, che si è così qualificato per la sua 11e finale in Principato, manca ormai poco a una decima vittoria a Monte-Carlo. Una « decima » che sarebbe storica. Per riuscirci, dovrà battere, questa domenica un finale, il suo compatriota Albert Ramos-Vinolas, un mancino, come lui. « Sono molto contento di essermi qualificato per una nuova finale qui, ha dichiarato « Rafa ». David ha iniziato molto bene questo inizio anno e gli auguro davvero il meglio per il resto della stagione. Disputare una 11e finale a Monte-Carlo, un torneo che amo così tanto, è impressionante, è una sensazione molto piacevole. Non penso per nulla al fatto che non ho vinto titoli dopo Barcellona lo scorso anno. So che sono competitivo e che gioco bene. »