L’edizione del rinnovamento

Monaco, domenica 18 aprile 2021 – La vittoria di Stefanos Tsitsipas al Rolex Monte-Carlo Masters 2021 annuncia forse una nuova era. Quella di una generazione disinibita che osa sempre di più venire a dare una scrollata ai tenori del tennis mondiale. Questa 114a edizione prometteva di essere aperta, lo è stata. Con l’incoronazione di un vincitore senza precedenti. Il 22enne greco ha vinto il suo primo Masters 1000 battendo il russo Andrey Rublev, testa di serie numero 6 con lo score 6-3, 6-3 in 1h11. 40 anni dopo sua madre, Julia Salnikova, titolata nei juniores sotto la bandiera dell’Unione Sovietica, Stefanos Tsitsipas ha dunque inciso anche lui il suo nome sulle targhe di marmo che adornano il Monte-Carlo Country Club. Determinato a venire a conquistare il suo primo titolo importante sulla sua superficie preferita e in questo club ricco di storia per lui e la sua famiglia gli stava particolarmente a cuore. Lasciando parlare il suo talento, il numero 5 del mondo ha fornito una solida prestazione per vincere in questo scontro tra nuove generazioni contro il giovane russo. Ecco come concludere nel modo più bello questa settimana di tennis.

Edizione a porte chiuse: una scommessa vincente

Annullato a causa della pandemia Covid-19 lo scorso anno, il Rolex Monte-Carlo Masters 2021, primo grande appuntamento europeo sulla terra battuta della stagione, ha soddisfatto le aspettative, in un contesto molto particolare. Il suo direttore, Zeljko Franulovic, però, dà un giudizio soddisfacente su questa edizione organizzata, per la prima volta, a porte chiuse, secondo le direttive prefettizie, al fine di massimizzare la sicurezza dei giocatori e di tutto lo staff dell’organizzazione.
“Prima di tutto, vorrei ringraziare sinceramente il governo del Principe per il suo supporto, con l’istituzione di un protocollo sanitario basato su due centri di test PCR, che dal 2 aprile hanno effettuato quasi 2.000 test. Questo supporto logistico è stato essenziale per il buon svolgimento di questa 114a edizione, che ha richiesto un significativo lavoro a monte, di anticipazione, di consultazione e di collaborazione tra le autorità monegasche e francesi, l’ATP e il M.C.C.C.
Il successo del torneo è il risultato di questi sforzi collettivi e ne sono particolarmente felice. Dal punto di vista dei campi, la bella vittoria di Stefanos Tsitsipas, ha fatto spirare un vento nuovo sul tennis mondiale. Abbiamo potuto assistere ad alcune partite intergenerazionali molto belle. Con tre giovani giocatori nell’ultimo quadrato, i giovani hanno impresso la loro impronta sul torneo. Con le loro capacità atletiche, tennistiche e mentali e anche grazie alla loro temerarietà, sono riusciti questa settimana a contrastare l’esperienza e la maestria di un Novak Djokovic (N°1 al mondo) e di un Rafael Nadal (N° 3). Non si sono lasciati impressionare dai palmarès dei loro brillanti colleghi più anziani e sono riusciti a scuotere la gerarchia grazie alla loro audacia e alla loro aggressività in campo ”.

L’omaggio reso alla Baronessa Elizabeth-Ann de Massy

Questa edizione 2021 del Rolex Monte-Carlo Masters è stata anche contrassegnata dall’omaggio che S.A.S. il Principe Alberto II ha voluto rendere alla Baronessa Elisabetta-Ann de Massy, che ha lavorato senza sosta per lo sviluppo e per dare risalto al MCCC, al Rolex Monte-Carlo Masters e alla Federazione tennistica monegasca. Circondato dalla signorina Melanie-Antoinette de Massy, nuova Presidentessa, così come da Novak Djokovic e Rafael Nadal, il sovrano ha svelato una targa, in ricordo di colei che è stata una Presidentessa eccezionale e che rimarrà nella leggenda del tennis monegasco .

Un interesse internazionale intatto

Anche se il pubblico è mancato ai giocatori e agli organizzatori, gli appassionati di tennis hanno comunque potuto seguire il torneo da remoto e in tempo reale, come testimonia l’ampia copertura mediatica del torneo. Oltre alla sua ritrasmissione su 53 canali in più di 113 paesi, la creazione di una sala stampa virtuale, in collaborazione con ATP, ha favorito un risalto internazionale.

Zeljko Franulovic ha concluso “L’appuntamento è già fissato per il prossimo anno, sperando che tutti gli appassionati di tennis possano ancora una volta vibrare grazie alle gesta dei loro beniamini sui campi del Monte-Carlo Country Club”.

I nostri partner