Monte-Carlo sorride finalmente a Monfils

Gael Monfils ha avuto un’entrata difficile contro il russo Andrey Kuznetsov, ma è riuscito comunque a qualificarsi per il secondo turno 4/6, 6/3, 6/4 in 1h52. Dovrà affrontare l’ucraino Alexandr Dolgopolov.

I primi turni, per di più quando coincidono col ritorno sulla terra battuta, a volte sono faticosi. Gael Monfils, testa di serie n°14 e beneficiario di una wild card, l’ha sperimentato questo martedì sul campo centrale al Monte-Carlo Country Club. Il francese si è qualificato per un soffio sconfiggendo il russo Andrey Kuznetsov in tre set 4-6 6-4 6-4 in 1h52. L’inizio della partita è stato particolarmente complicato per il francese, che ha impiegato molto tempo per adattarsi e trovare una buona lunghezza di palle. Irregolare, soprattutto al servizio, Gael Monfils ha lottato per confermare i suoi break.

Ma di fronte, aveva a che fare con un Kuznetsov piuttosto incisivo e, alla fine, “La Monf” è molto sollevato per aver superato il primo turno. “Certo, ho avuto alti e bassi in questa partita. Ma Andrey ha giocato bene. Non mi sento in realtà troppo fiducioso qui. Cerco il tempismo giusto, i punti di riferimento giusti, i buoni punti d’appoggio. Questo torneo non mi riesce. Qui ho già perso per meno di questo. Quindi sono davvero felice di aver vinto. A poco a poco, ritrovo delle buone sensazioni anche se non sono ancora quelle che avrò tra sei settimane. “

Monfils è consapevole che dovrà alzare il suo livello di gioco nel secondo turno del Monte-Carlo Rolex Masters contro Alexandr Dolgopolov. “Contro Alex, sarà un inferno. Questo è un giocatore che ti può entrare rapidamente in testa se non ti senti sicuro. Non è facile da maneggiare. È aggressivo e risponde molto, molto bene. È molto fisico. Sarà una grande partita. Spero di fare dei servizi migliori, aumentare la potenza ed essere più aggressivo.”

I nostri partner