Inedito e ben presto classico ?

E se il cambiamento fosse adesso? E se la tanto attesa “Next Gen” (Next Generation), annunciata da alcuni anni, avesse finalmente preso il potere? Ce ne guardiamo bene dal prevederlo, e quindi ancor meno ad affermarlo. Dominic Thiem ha vinto gli US Open 2020? Certamente Daniil Medvedev è scivolato al 2° posto della classifica ATP. Sicuramente Alexander Zverev, nel 2018 e Stefanos Tsitsipas, nel 2019, hanno vinto il Masters. Ma Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer hanno oltrepassato i limiti della storia del tennis così tante volte che ci guarderemo bene dal privarli a parole dei loro costumi da supereroi.
 
Tuttavia, alcuni sembrano finalmente pronti a seguire le orme (in questo caso le tracce sulla terra battuta) dei loro illustri “anziani”. In particolare Stefanos Tsitsipas e Andrey Rublev, i due finalisti della 114a edizione del Rolex Monte-Carlo Masters. Questa domenica, 18 aprile 2021, il torneo designerà un nuovo vincitore. E questo vincitore iscriverà un primo Masters 1000 nel suo palmarès. Aspettando probabilmente ancora meglio. Perché ritrovare il greco e il russo in finale deriva in definitiva da una logica del tutto traballante durante la settimana. Medvedev forfait all’ultimo minuto, Djokovic eliminato da Evans, Nadal ei suoi 11 titoli portati via dall’ardore di Rublev, Stefanos Tsitsipas, testa di serie n° 4 e quinto al mondo, ha ereditato il ruolo di favorito. Seguito da vicino da Andrey Rublev per i bookmaker, tanto un successo, e per di più meritato, contro Rafa il Maestro della terra, fa salire, o meglio precipitare, la vostra quotazione con la stessa rapidità con cui i rapporti del cambio della Formula 1 di Lewis Hamilton all’inizio del Gran Premio di Monaco.
 

A proposito, Stefanos Tsitsipas, 22 anni, è più giovane di Andrey Rublev, 23 (ammettete che avevate un dubbio!). Poco meno di dieci mesi. La prima volta che le loro strade si sono incrociate sul circuito è stato nel 2017, alla sfida di Quimper. I due adolescenti all’epoca guardavano più spesso i loro ombelichi degli obiettivi dei fotografi. Ma colpivano già forte la palla. Per la cronaca, Rublev aveva vinto per 9 a 7 nel tie-break del terzo set. Da allora si sono affrontati altre sei volte sul circuito principale per tre vittorie a testa. E spesso in grandi tornei. Vittorie in semifinale ATP Next Gen, Roland Garros e Masters per il greco. Agli US Open, ad Amburgo e in questa stagione in semifinale a Rotterdam per il russo (vedi il faccia a faccia qui sotto). Se siamo lontani dai 56 duelli Nadal-Djokovic, 50 Djokovic-Federer o dei 40 Federer-Nadal, questa settima opposizione tra Tsitsipas e Rublev ne chiama sicuramente molte altre.

 
Faccia a faccia
 
Stefanos Tsitsipas (GRE) vs Andrey Rublev (RUS): 3-3 
 
2018 Next Gen ATP Finals (Italia) duro, semi-final, Tsitsipas 4-3 (3) 3-4 (5) 4-0 2-4 4-3 (2)
2019 US Open (Stati Uniti) duro, 1° turno, Rublev 6-4 6-7 (5) 7-6 (7) 7-5
2020 Amburgo (Germania) terra battuta, finale, Rublev 6-4 3-6 7-5
2020 Roland Garros (Francia) terra battuta, quarti di finale, Tsitsipas 7-5 6-2 6-3
2020 Nitto ATP Finals (Gran Bretagna) 2020 duro, partita a gironi, Tsitsipas 6-1 4-6 7-6 (6)
2021 Rotterdam (Olanda) duro, semifinale, Rublev 6-3 7-6 (2)
 
Circuito secondario
17 Quimper CH (Francia) Hard R32 Andrey Rublev 6-2 3-6 7-6 (7)
 
 
I loro percorsi
 
Stefanos Tsitsipas (GRE)
 1 ° round: bye
2 ° turno: batte Aslan Karatsev (RUS) 6-3, 6-4
Ottavi di finale: batte Cristian Garin (CHL) 6-3, 6-4
Quarti di finale: batte Alejandro Davidovich Fokina (ESP) 7-5 ab.
Semifinale: batte Daniel Evans (GBR) 6-2, 6-1
 
  
Andrey Rublev (RUS)
 1° round: bye
2° turno: batte Salvatore Caruso (ITA) 6-3, 6-2
Ottavi di finale: batte Roberto Bautista Agut (ESP) 7-6 (2), 5-7, 6-3
Quarti di finale: batte Rafael Nadal (ESP) 6-2, 4-6, 6-2
Semifinale: batte Casper Ruud (NOR) 6-3, 7-5

I nostri partner