Suspense garantita 

Chi si regalerà l’ultimo quadrato del cru 2021 del Rolex Monte-Carlo Masters? Con l’eliminazione a sorpresa, giovedì, del N°1 mondiale Novak Djokovic, la parte alta del tabellone è più aperta che mai.

 Con un confronto molto promettente tra Daniel Evans, che ha buttato giù Djokovic, e David Goffin, la cui solida prestazione giovedì contro Alexander Zverev lascia intendere che il belga non è deciso a fermarsi qui.

Tra questi due trentenni, che si sono affrontati una sola volta, la battaglia si preannuncia bella. Con da un lato un Daniel Evans (ATP 33), che dopo aver spazzato via le speranze del 3° titolo del N°1 mondiale, è probabilmente pronto a muovere le montagne per i suoi primi quarti di finale in Masters 1000 della sua carriera. E dall’altra un David Goffin, fiducioso sulla sua superficie preferita e desideroso di regalarsi una seconda semifinale al Rolex Monte-Carlo Masters dopo quella del 2017, persa contro Rafael Nadal.

Prima di questo, Stefanos Tsitsipas darà il via ai festeggiamenti sul Campo Rainier III cercando di salire per la prima volta nell’ultimo quadrato al Monte-Carlo Country Club. Il N° 5 mondiale, che non era mai arrivato fino ai quarti sull’ocra monegasca, partirà logicamente favorito contro il focoso Alejandro Davidovich Fokina. Il ventunenne spagnolo ha certamente talento sulla terra battuta ma manca di esperienza e rimane ancora mentalmente febbricitante e rischia di lasciarsi paralizzare dalla posta in gioco.

Corinne Dubreuil/ATP Tour

Dall’altra parte del tabellone, il campione in carica Fabio Fognini, arrivato senza far rumore fino ai quarti di finale, affronterà Casper Ruud, vincitore di una lunga lotta giovedì contro Pablo Carreno Busta. Il norvegese ha vinto al calar della notte dopo quasi 3h di gioco. Un duello in cui inevitabilmente avrà lasciato delle penne.

Infine, Rafael Nadal avrà l’onore di concludere la giornata con questo scontro generazionale contro Andrey Rublev. Riuscirà il giovane russo dal gioco sbalorditivo a spintonare lo spagnolo e privarlo del 12° titolo al Rolex Monte-Carlo Masters? Non è sicuro. Ma la suspense è garantita questo venerdì.

I nostri partner