• it

Una 12a finale per Nadal

ROLEX MONTE-CARLO MASTERS 2019
21.04.2018

Sotto un caldo che ricorda le ore calde della sua isola nativa, Rafael Nadal ha aggiunto un nuovo capitolo alla sua lunga lista di record qualificandosi per la sua 12a finale al Rolex Monte-Carlo Masters. Il numero uno al mondo ha vinto 34 set di fila sulla terra battuta. Da far girare la testa.

Tuttavia, sabato sul campo Rainier III, il maiorchino era lontano dal livello di gioco visto il giorno prima contro Dominic Thiem. Di fronte a Grigor Dimitrov, 5° giocatore al mondo, contro il quale ha perso solo una volta in 11 partite, Rafa inizia su delle buone basi e converte la seconda palla break che gli viene offerta nel secondo gioco. Il bulgaro non è ancora entrato completamente nel gioco e lo spagnolo conduce 3-1.

Ma Nadal serve meno bene che nei turni precedenti, le sue prime palle non passano e Dimitrov coglie l’occasione per riprendere il servizio e recuperare il punteggio. I

l bulgaro gioca abilmente tatticamente. Seguendo il consiglio del suo coach, Dany Vallverdu, Dimitrov rimane paziente. Piuttosto che concludere i punti in 3 colpi di racchetta come gli piace fare, accetta lo scambio e gioca delle palle rotonde che infastidiscono Nadal. A differenza delle partite precedenti, lo spagnolo si ritrova molto indietro rispetto alla sua linea e le sue palle sono più corte. La partita si gioca e sembra che Dimitrov coga l’occasione. Ma il bulgaro fa più errori e al 5-4, Nadal si regala palle set. Converte la 2° alla fine di uno scambio concluso con un dritto lungo sulla linea.

Nel secondo set, il numero uno del mondo si avvicina di più alla sua linea. Il bulgaro inizia una serie di falli diretti e permette a Nadal di staccarsi per vincere 6-4 6-1 in 1h32 di match che, inutile nasconderlo, non è stato all’altezza delle sue aspettative.

Ma questa semifinale dimostra una cosa, l’enorme margine di Rafael Nadal sulla terra rossa. Perché anche quando si muove lontano dal suo miglior livello, il dieci volte vincitore del Rolex Monte-Carlo Masters non lascia alcuna possibilità ai suoi avversari.

Rafael Nadal si ritrova in finale del suo torneo preferito per la dodicesima volta nella sua carriera e si rallegra: “Le partite contro Grigor sono sempre difficili. Abbiamo fatto una bella lotta nel primo set. Ma ho saputo rimanere solido al 5-4. Un gioco molto importante che mi ha liberato. Inoltre, sono stato in grado di aumentare il mio livello di gioco e regalarmi ancora una volta una finale in questo torneo davvero speciale per me. Un torneo che mi sta molto a cuore. E voglio ringraziare il pubblico che mi sostiene sempre qui.”